Insomnia, il mitico film di Christopher Nolan. In quel film, Al Pacino soffriva di insonnia e gestiva un lungo e tortuoso caso di omicidio senza mai chiudere occhio la notte. Nella realtà, quello che soffre di insonnia sono io e quello che si sente tanto vicino al personaggio di Al Pacino, nel film di Nolan, sono sempre io. Solo che io non ho un caso da risolvere, non sono coinvolto in un patto segreto con il killer e non sono tenuto sotto scacco da quest’ultimo. Però anchio ho la mia vita, le mie cose di cui occuparmi, il mio lavoro e al mattino voglio alzarmi presto per fare tutto quanto. E voglio anche addormentarmi, presto. Solo che non ci riesco.

Vado a letto a mezzanotte per addormentarmi alle 4. Vado all’una per addormentarmi alle 4.50. Ridicolo. Il letto è una padella e io sono il pollo arrosto. Ora sono le 4.02, dovrei essere a letto e invece sono qua che scrivo. Le sto provando tutte: pregare, smettere di pensare (facile quanto andare su marte in motorino), ascoltare video ASMR, cambiare posizione, invocare i santi, stancarmi tanto durante la giornata, andare a letto ad orari regolari, fare attività sportiva ogni giorno, bere il latte caldo prima del sonno, contare le pecore, usare il metodo della respirazione…niente.

Detesto l’incapacità di addormentarsi subito e i problemi di insonnia che ne derivano. Ho difficoltà ad addormentarmi subito fin da quando andavo alle elementari. Faccio il pollo arrosto con anche 5 ore di attesa prima di dormire da quando ne avevo 15. Non in modo regolare e costante, perchè dipende dai periodi, ma generalmente c’è sempre un discreto ritardo prima che il sonno sopraggiunga. Sono riuscito una sola volta in vita mia a sperimentare il sonno immediato, nell’agosto del 2013 e per soli 7 giorni. Da allora, l’equilibrio si è di nuovo spezzato e relativizzato, con periodi lunghi in cui non riesco a dormire, con attese che vanno dai 60 minuti alle 3 ore, e altri periodi brevi o medio-lunghi in cui le attese pre-sonno arrivano fino a 4-5 ore. Spero di ritrovare presto l’equilibrio di addormentarmi con 1 o 2 ore massimo di ritardo nel sonno. Lo spero perchè l’insonnia sconvolge la struttura della tua giornata. E non solo.

Ho scritto questo articolo ieri notte, verso le 4 del mattino, e lo pubblico “solo” ora. Spero che qualcuno entri in questo post e mi dia la soluzione. Adesso.