Se n’è andata pochi giorni fà. Ha scelto di lasciarmi solo, ha scelto di abbandonarmi. Abbiamo litigato, da qualche parte sulla terra, abbiamo discusso, si sono accesi i toni e voitlà, mi ha lasciato. Non ci ha pensato due volte. Ma lasciate che vi spieghi.

I fatti. Andai a casa sua pochi giorni fà. Era sera. Parlavamo di un argomento più o meno religioso. Lei mi fece salire e addirittura si scusò per avermi fatto aspettare. Lo trovai un gesto dolce e carino. Pensai: si, è mia amica. Lei era già lì che parlava. Parlava di demonologia e io volli dire la mia (rima involontaria). Diceva cose un pò particolari, anche se non erano propriamente opinioni sue: ripeteva una storia scritta. Che tra l’altro non condivideva completamente. Ma in quella storia c’erano spunti interessanti e io volevo dire la mia a riguardo. Così ho preso e le ho detto cosa pensavo. Lei ha ribattuto su alcune cose, dicendo che non era molto daccordo su una cosa che avevo detto. Allora le risposi a mia volta dicendole il perchè la sua argomentazione non fosse corretta e dov’è che stava sbagliando. Poi…per farle capire una cosa, le rivelai una parte di me. Le rivelai il mio segreto. Le rivelai una cosa successami anni fà. Così le dissi questa cosa. Speravo che così potesse capire il motivo di quello che dicevo. Speravo che così potesse capire il perchè avevo ragione io. Volevo solo dirle: guarda che ho vissuto questo, quindi ascoltami, è così, fidati. Appena ha sentito quello che ho avuto, ha preso e mi ha voltato le spalle. E se n’è andata, per sempre. Io sono uscito da casa sua, e lei è uscita dalla mia vita.

Ecco che mi ha lasciato. Ora non tornerà più. Si è già persa nel virtuale tra le tante F che ci stanno. Ma non me ne frega niente. Pazienza. Per una F che perdi, tante altre sono destinate a giungere, proprio a te che ne hai persa una. Un mio amico, lo scorso anno, ha perso delle A. Tante A. Tantissime. Però poi ne ha guadagnate altre…

Quindi, addio cara F. Non pensavo che rivelandoti questa parte di me, questo mio vissuto, mi avresti voltato le spalle e lasciato così, su due piedi, in modo così feroce. E pazienza. Ti facevo diversa. Ma eri già stranuccia di tuo, con quella casa tua un pò particolare, tutta rossa, piena di richiami ad argomenti altrettanto particolari. Quindi, fà niente e mi và bene così. Addio, F.

P.s. Quello che ho scritto è una metafora. A voi capire di cosa parlo (se proprio ne avete voglia e avete tempo da perdere). E no, non c’entra una ragazza.