Racconto breve. In uno dei primi sabati di questo mese io e il mio amico Jimmy siamo andati al cinema pensando di vederci Lion, usufruendo dello spettacolo delle 22.45. Una volta giunto al cinema scorsi una fila di macchine che iniziava a 3km di distanza dal cinema stesso. Così mi sono inoltrato nell’immensa area circostante la struttura del multisala nel tentativo di trovare un posto, che alla fine ho trovato. Non pensavo ci fosse così tanta gente, va bene che è un sabato, ma così tanta non me l’aspettavo.

Entriamo e noto una fila chilometrica presso la cassa delle prenotazioni ed una fila inesistente presso la cassa degli acquisti in tempo reale. Ci avviciniamo e chiedo due biglietti per il film. Niente, finiti. Delusione. Tutta la sala è piena e gli unici posti rimasti sono nella prima fila davanti lo schermo. Ovviamente io e Jimmy non vogliamo infilarci nella prima fila. Cambio obiettivo e inizio a scorrere altri film presenti in lista. Chiedo allora se ci sono posti per GGG. Anche lì, zero. Nomino Passengers, perchè non si sa mai. Anche li, i posti migliori sono già stati presi e non c’è niente di buono. Dopodiché gli chiedo: c’è qualche film con qualche posto libero che sia buono? Mi fa: ho due posti perfetti, in alto, per Mr. Felicita. No, grazie!